Perquisizione al Casinò Campione d'Italia per un Buco di 130 Milioni di euro

Categorie News: 

campione d'italia casinò
Su ordine della procura di Como, la Guardia di Finanza e il servizio centrale di investigazione sulla criminalità organizzata di Roma hanno dato inizio ad una perquisizione del casinò di Campine d’Italia.
 
Tutto questo ha avuto inizio per effettuare un controllo dettagliato sulla gestione della casa da gioco a causa di qualcosa di non propriamente chiaro.
 
Il controllo, infatti, si dice sia dovuto ad alcune irregolarità della casa da gioco di Campione d’Italia che presenta un buco di bilancio di ben 130 milioni di euro.
 
Attualmente, la guardia di finanza e lo Scico(servizio centrale di investigazione sulla criminalità organizzata) stanno effettuando il controllo di tutto il casinò e delle abitazioni dei proprietari per trovare tutta la documentazione contabile e tanto altro materiale che possa chiarire tutta la vicenda.
 
Il sindaco della città ha, però, tenuto a spiegare che il controllo è dovuto a dei semplici sospetti di riciclaggio di alcuni clienti del casinò e non dovuta al casinò di Campione stesso come molti hanno pensato. Infatti, il casinò di Campione d’Italia non presenta alcun buco di bilancio come molti hanno presunto.
 
A questo punto non resta che attendere lo sviluppo delle indagini e vedere come e se si chiarirà tutta questa storia.
 
Il nostro pensiero è che finchè tutto questo non avrà dei chiarimenti è inutile puntare il dito contro il casinò di Campione d’Italia. Infatti, se come dice il sindaco, il controllo è dovuto al riciclaggio effettuato da alcuni clienti e non da movimenti non chiari del casinò stesso, si sarà alzato un polverone per nulla e messo in cattiva luce una delle sale da gioco italiane più frequentate ed amate.
 
Perquisizione al Casinò Campione d'Italia per un Buco di 130 Milioni di euro di
-
Gdf e Scico perquisiscono il Casinò di Campione d'Italia per riciclaggio. - Data: