Scoperta Casa da Gioco in Case Rom

casa da gioco illegale
In Calabria, nello specifico a Lauropoli di Cassano, la guardia di finanza ha condotto una vasta indagine che ha permesso di arrivare a sequestrare grandissime quantità di droga come marijuana, eroina e cocaina per un valore di ben oltre 50 milioni di euro.
 
Inoltre, le perquisizioni eseguite presso un accampamento di zingari e presso tutti gli appartamenti dei capi del clan che occupavano abusivamente hanno permesso di scoprire una vera e propria casa da gioco abusiva.
 
Infatti, gli zingari occupavano abusivamente intere palazzine che sembravano completamente degradate, ma una volta che si aveva accesso all’interno di esse vi era un lusso sfrenato. Dentro queste palazzine, infatti vi erano tante vasche idromassaggio e suppellettili varie, ma soprattutto una vera e propria sala adibita al gioco d’azzardo come se fosse un vero e proprio casinò.
 
La sala da gioco era davvero ben realizzata con tantissimi tavoli da gioco come quelli che si possono trovare in un normale casinò, fiches, roulette, giochi di carte e tutto già che permetteva di fare delle giocate ad alto livello.
 
Le indagini dei finanzieri avevano già consentito il sequestro di 3.000 kg. di marijuana, kg. 38,5 di eroina, kg. 42 di sostanza da taglio e kg. 3,8 di cocaina, per un valore, in euro, compreso tra i 45 e 50 milioni di potenziali introiti per l’illecita organizzazione disarticolata.
 
Un caso dal grande scalpore perché collegato a gioco e droga, ma sicuramente saranno tante le sale da gioco o bische che sono presenti sul territorio e che ancora non sono state trovare, anche se le forze dell’ordine sono in continua attività per agire su questa problematica.
 
Scoperta Casa da Gioco in Case Rom di
-
Palazzi malmessi pieni di suppellettili e sale dedicate al gioco d'azzardo. - Data: