Libertà nel rispetto dei trattati europei per il settore dei giochi da casino online

L’Unione Europea ha sempre avuto un atteggiamento abbastanza “laico” in tema di gioco d’azzardo e delle questioni ad esso connesso e che hanno riguardato i singoli stati membri.
 
Negli ultimi mesi tuttavia si sta assistendo ad una sempre più incisiva ingerenza delle decisioni parlamentari, segno questo che il vento sta cambiando in quanto prova di un evidente presa d’interesse verso il settore in questione.

L’ultima notizia è proprio di ogg. Poche ore fa il Commissario al Mercato interno dell’Unione Europea, Michel Barnier, ha presentato la risposta all’interrogazione parlamentare proposta qualche giorno fa dal parlamentare italiani del PPE Sergio Frances Silvestris.

 
L’europarlamentare nostrano infatti aveva edotto la Commissione europea circa l’esito positivo dell’operazione di polizia italiana che aveva scoperto un casinò illegale che veniva messo in pratica all’interno delle sale di un lussuoso Hotel di Catania.

La risposta trova il suo momento clou nella frase di chiusura che parafrasata sancisce che in materia di giochi online tutti gli Stati dell’Unione possono avere autonomia e libertà circa gli obiettivi politici e le misure purchè conformi alla giurisprudenza della Corte di Giustizia Europea.

In ogni caso Barnier, nell’intervento del pomeriggio, ha ribadito l’importanza della questione sollevata da Silvestris mettendo in rilievo come l’intera Commissione europea sia a conoscenza dell’operato delle forze armate italiane per contrastare il gioco d’azzardo illegale e del fatto che esse operino per tutelare i cittadini da frodi, truffe, riciclaggio di denaro e svariate problematiche legate al mondo del gioco.

 
Ed ha continuato la sua risposta disponendo appunto che attualmente tutti gli Stati Membri possono porre i propri obiettivi politici e stabilire le condizioni e le misure di prevenzione nel settore del gioco d’azzardo in piena autonomia e libertà: il vincolo resta esclusivamente la giurisprudenza europea i cui principi devono comunque costituire il tetto sotto il quale si consuma la libertà di ciascun Stato Membro.

Tuttavia, a seguiti di alcune indagini svolte lo scorso anno, la Commissione è in procinto di adottare entro la fine di quest’anno una comunicazione sul gioco online che andrà ad esser vincolante per il mercato interno di ogni paese e che servirà per meglio tutelare i consumatori e i cittadini tra cui in particolar modo i gruppi più esposti e più a rischio.

Libertà nel rispetto dei trattati europei per il settore dei giochi da casino online di
-
Più libertà per i giochi online sempre nel rispetto dei trattati europei. - Data: