Disquisizioni e approfondimenti sulla fortuna nella roulette

Categorie News: 

roulette online aamsIn quest’articolo vorrei fare qualche  approfondimento su quel fenomeno di cui tutti parlano ma di cui ben pochi ne conoscono davvero le reali sfaccettature.
 
Il termine fortuna ha origini storiche risalenti all’inizio della civiltà umana ma è nel mondo latino che esso ha assunto un significato più decisivo anche di quello attuale.
 
La fortuna infatti andava a comprendere anche il concetto di sorte, di per se sia positiva che negativa, e quindi in senso molto più ampio come tutto appartenente a quella che è la ruota della vita.
 
Noi moderni invece abbiamo dimenticato il suo orginario significato e l’abbiamo applicato solo a tutti quegli eventi della nostra vita positivi, dimenticandoci che la fortuna invece anche i concetti negativi.
 
In tale ottica dovrei dirti “sei stato molto fortunato” anche quando hai appena perso 1000 euro alla roulette. Per i fattori negativi invece noi abbiamo inventato il termine opposto, cioè sfortuna.
 
E così noi invece di accettare la sorte o il fato che dir si voglia, come aspetto necessario e innato nella vita dell’uomo, preferiamo scaricare le nostre colpe sulla sfortuna o su un immaginaria dea bendata che quella volta proprio non ci ha azzeccato e ci ha mancato.
 
E questa dea bendata è proprio l’immagine che ha voltuo creare chi vende il gioco, chi ti dice e ti fa credere, che essendo bendata, prima o poi capiterà anche a te.
 

Ma è davvero così? La fortuna è davvero bendata?

 
E’ più probabile che gli unici ad esser bendati siamo noi in quanto non riusciamo a comprenderne la sua natura. La fortuna è invece un elemento imprescindibile della vita che vige a delle sue regole o leggi naturali ben precise e che ha delle cadenza prestabilite.
 
A noi non rimane altro che sfruttare queste cadenze. Per dirla alla Machiavelli, “La fortuna aiuta gli audaci”, cioè chi la sfida, chi appunto può incappare nella cadenza giusta. Chi si tiene alla larga ovviamente non potrà mai trovare il momento giusto per poterla sfruttare.
 
Infatti cioè che è in grado di sbendarci è proprio la consapevolezza che spesso siamo più noi di quanto si pensi ad influenzare la fortuna/sfortuna che viceversa. Chi crede nel contrario è un individuo che si fa trascinare dalla corrente e quindi ne accetta tutte le conseguenze. Chi giunge a questa consapevolezza invece può dominare gli eventi perché è lui stesso l’artefice della propria fortuna. Non si cambia l’evento in se ma lo si influenza con la nostra personale interazione.
 
Ed a questo punto possiamo portare tutto il discorso sulla roulette: se è vero che l’evento non possiamo modificarlo è tuttavia vero che possiamo influenzarlo. Se è vero che non possiamo cambiare la casella in cui si fermerà la pallina è altrettanto vero che noi possiamo decidere se e quando giocare.
 
O ancora influenziamo il tutto con elementi come tempi, reazioni, stati psicologici. Tutti aspetti che alla fine di una partita avranno dato la loro influenza in meglio o in peggio.
 
Da quanto detto è inutile andare a cercare o meglio a forza gli eventi fortunosi o meno in quanto è stabilito che ci sono momenti precisi per ognuno di noi. I termini di fortuna e sfortuna li lascio quindi ai dilettanti: un professionista gioca non aspettando che arrivi la sua fortuna ne imputa le sue sconfitte alla sua sfortuna. Il professionista gioca con la consapevolezza delle sue capacità, della sua esperienza e delle sue competenza messe insieme a quanto di incerto c’è di inevitabile nella natura umana.
 
Controllare la fortuna alla roulette significa percepire i segnali che arrivano dall ambiente circostante e va gia preparato all evento fortunato o meno che sta per giungere.
 
E’ un po come alzarsi al mattino e vedere un tempo incerto. Scendiamo comunque senza ombrello o giubbini e poi comincia a piovere. Dire che è stata la sfortuna è da dilettanti. Tu che hai percepito il segnale scendi gia munito di ombrello anche se potrebbe non piovere mai ma ciò significa andare preparato verso un evento sfavorevole.
 
Come si vede in ogni cosa della vita c’è rischio, c’è fortuna e la roulette non si sottrae a queste leggi. Dominare la fortuna significa semplicemente esser consapevoli della sorte positiva e negativa che sicuramente arriveranno, con una cadenza a cui non è dato sapere. Noi il compito di farci trovare preparati per entrambe le situazioni. Potrà esser un semplice momento, brevissimi, ma sarà quello che se ci troviamo preparati potrebbe cambiare la nostra vita.
 
Tutto questo vale ovviamente per chi la fortuna vuole sfidarla. Come detto, non avrebbe senso di dire che non si è fortunati se poi nn ci mettiamo proprio nella condizione.
 
Rifacendoci all esempio di prima, se io comunque non scendo di casa, che il tempo sia buono o meno poco importerà, non andrò mai comunque incontro a quell’evento perché lo evito a priori. Ed ovviamente questa è la peggior scelta sia per un uomo d’affari sia per un giocatore di roulette, dove il rischio è insito nel suo mestiere.
 
Disquisizioni e approfondimenti sulla fortuna nella roulette di
-
Approfondimento sul tema riguardante la fortuna nel gioco della roulette - Data: