Legge di Stabilità 2015: l’inizio dell’instabilità delle Slot

slot machine legge stabilità 2015
La legge di stabilità approvata alla Camera il 22 dicembre presenta anche delle norme volute dal governo in materia di apparecchi da intrattenimento ed ha portato molte aziende che operano nel settore delle slot machine e delle vlt a promuovere varie iniziative per contrastare tale legge che va troppo ad appesantire le tasse dovute.
 
Infatti, le aziende operanti nel settore degli apparecchi da intrattenimento non sono d’accordo con le nuove norme, soprattutto con l’introduzione di una tassa annuale che le vedrà dover sborsare ben 500 milioni di euro e che mette a rischio la sopravvivenza dell’intero settore.
 
I vari operatori di slot machine e vlt, soprattutto nel nord del paese, hanno deciso, quindi, di protestare fortemente contro tale norma del governo e stanno iniziano a dismettere molte slot machine installate in vari esercizi pubblici in modo da razionalizzare le installazioni a seconda la convenienza economica e poter anche risparmiare sulle tasse.
 
In particolare, a Milano, invece, sono molte le aziende che hanno iniziato la protesta, addirittura, con il blocco delle slot machine. Infatti, oltre il 50% del parco AWP sarà spento per i primi 15 giorni dell’anno nuovo portando un danno economico anche alle casse dello Stato.
 
Questa iniziativa è della Fasi Games SRL che invita altre aziende a seguire il loro esempio per far sentire la propria voce e rendere la protesta il più efficace possibile e, quindi, di portare ad una soluzione più equa.
 
Ad ogni modo, se da una parte tutti gli operatori del settore non sono felici di questa nuova legge di stabilità, tutti coloro che sono contro il gioco d’azzardo e, soprattutto, contro le slot machine causa di tanta ludopatia, sono ben felici delle nuove tasse imposte al settore che, finalmente, si troverà a pagare anche per i problemi portati a tutti i cittadini italiani.
 
Legge di Stabilità 2015: l’inizio dell’instabilità delle Slot di
-
Nuove norme in materia di apparecchi da intrattenimento con la legge di stabilità 2015. - Data: